Home > Arte > ARTE & VINO / «OINODES»: HAPPENING IN FRANCIACORTA

ARTE & VINO / «OINODES»: HAPPENING IN FRANCIACORTA

COMUNICATO STAMPA: Happening con Sergio Isonni, Marta Mai, Don Stefano Peretti e Alberto Zaina per la personale di scultura di Paolo Menon dal titolo: «OINÒDES: le forme del bere e altre “che sanno di vino” ispirate alla mitologia ellenica, all’eros, alla religione, alla politica».

DOVE: Museo d’Arte contemporanea Remo Bianco in Franciacorta, Monticelli Brusati (Brescia) Via Baiana 17 - www.lamontina.it

Salone delle Esposizioni d’Arte temporanee (dal 13 novembre 2010) al 13 aprile 2011

DATA HAPPENING: domenica 13 marzo, ore 17:00

PROMOTRICE E COORDINATRICE ARTISTICA: Rosa Lardelli

CONTATTI: Rosa Lardelli: tel. e fax 030.3530557 - r.lardelli@alice.it 

Massimiliano Gandossi: comunicazione e immagine delle Tenute La Montina, tel 030.6850209 - comunicazione@lamontina.it - www.lamontina.it - blog.lamontina.it - Facebook: Tenute La Montina.  

APERTURA: mostra aperta al pubblico quotidianamente sino al 13 aprile 2011. Entrata gratuita. 
ORARI: Sabato-domenica 9:00-11:00 / 15:00-17:00, gli altri giorni, 9:00-12:00/ 15:00-18:00

PATROCINI: Regione Lombardia, Provincia di Brescia, Comune di Brescia, Comune di Monticelli Brusati (Brescia).

 

HAPPENING: le opere scultoree di Menon «hanno la forza dirompente di una punta d’oro lanciata vigorosamente da un braccio eroico per lacerare il velo del moderno», scrive in catalogo il critico d’arte Maurizio Bernardelli Curuz, «per condurre lo spettatore non tanto nel cuore enoico del mondo, ma al cospetto dell’Es dell’universo, nel gorgo del desiderio istintivo, in cui sobbolle la continuità del mondo stesso, in cui avvengono metamorfosi ovidiane». E precisa: «Menon è un artista dotato di un ampio retroterra-intellettuale, che risulta ben evidente nella geografia delle proprie realizzazioni espressive. E’ ben chiara la frequentazione dell’archetipo, il viaggio condotto accanto al giovane dissennato creatore dei vini e delle delizie; e la conoscenza – letteraria, filosofica, mitica – di quella euforia lieve e gioiosa provocata dalla coppa rituale che l’artista piega, torce, quanto pampini voraci, attorno alle proprie opere...».

L’evento è un incontro tra l’opera scultorea e letteraria di Menon – «Il bello di Bacco», affascinante viaggio nelle eleganti terre enoiche dell’arte, edito dal Centro Diffusione Arte di Milano – e i relatori invitati con l’intento di promuovere e stimolare riflessioni e discussioni sulla cultura del vino, in stretto rapporto con l’arte. 
La proposta nasce dalla necessità di non disperdere la pluralità di rapporti culturali acquisiti in seguito al successo di partecipazione alla vernice del 12 novembre 2010 e alle numerose presentazioni delle opere in mostra ai gruppi d’ascolto sempre più numerosi e interessati. Per i suddetti motivi la mostra è stata prorogata sino al prossimo 13 aprile con lo scopo di migliorare e sviluppare l’interazione tra letteratura, arte e cultura del vino, partendo dalla terra più vocata in Lombardia, la Franciacorta, che ospita l’unico Museo d’Arte contemporanea intitolato all’artista Remo Bianco tra le strutture seicentesche delle prestigiose Tenute La Montina di Monticelli Brusati (Brescia).

 

INTERVENGONO I RELATORI: Marta Mai sui Baccanali aboliti e la loro contemporaneità; Alberto Zaina sul sacro pagano e sacro cristiano; Don Stefano Peretti sulla simbologia pedagogico-teologica delle opere di arte sacra; Sergio Isonni attore, con lettura di alcuni testi di Nonno di Panopoli, poeta epico del IV secolo d.C., cui le sculture di Menon s’ispirano.

Videoproiezione dei lavori in mostra commentati dall’autore; Osservazioni, critiche e testimonianze sui lavori esposti da parte dei relatori; Lettura di brani dedicati al viaggio letterario e artistico intorno al vino; Presentazione del catalogo d’arte della mostra e del volume sull’arte enoica; Degustazione dei Franciacorta delle Tenute La Montina e buffet di Villa Baiana.

Tenute La Montina (Monticelli Brusati, Brescia) Villa Baiana (Monticelli Brusati, Brescia) Museo d’Arte contemporanea Remo Bianco in Franciacorta (Monticelli Brusati, Brescia) Associazione Arte e Cultura Ars Vivendi (Brescia).

 

La personale di scultura di Paolo Menon «OINÒDES», allestita presso il Salone delle esposizioni d’Arte temporanee delle Tenute La Montina, è parte integrante della prossima personale dello stesso artista dal titolo: «L’UOMO DA DIONISO A CRISTO», che sarà inaugurata l’11 maggio 2011, presso il «Centro Culturale Card. Ugo Poletti» al Palazzo del Vicariato Maffei Marescotti di Roma-Vaticano. Con il patrocinio della Regione Lombardia, Provincia di Lecco, Comune di Brescia, Comune di Perego (Lecco), Comune di Valdobbiadene (Treviso), Museo della Permanente di MilanoMuseo d’Arte contemporanea Remo Bianco in Franciacorta e dell’Ambasciata della Repubblica di Bulgaria a Roma.

 

CATALOGO E FOTO IN ALTA RISOLUZIONE a disposizione delle redazioni.

Nella foto: close-up sulle espressioni dei 20 personaggi che animano il «Dibattito sui Baccanali aboliti (186 a.C. - 2010). I particolari scultorei si riferiscono all'installazione di «tirsi» ferrei (h. 180-260 cm.) reggente i 20 ritratti mitologici e mani, monili e puntali in terracotta patinata su base semicircolare in ferro di 22,20 metri lineari x 25 cm. di larghezza, suddivisa in 10 segmenti, 2010. L'installazione comprende inoltre:  vasi potori, piccoli recipienti, un'anfora vinaria, catene e altri oggetti in materiali compositi e patinati, oltre a veli e stole in tessuto.

Osservazioni
Aggiungi un commento
  •  
  •