Home > Critica d'arte e letteraria > «IL DANZATORE ENOICO» DI PAOLO MENON IN MOSTRA AL COMPLESSO DEI DIOSCURI DEL QUIRINALE PER I 150 ANNI DELL'UNITA' D'ITALIA

«IL DANZATORE ENOICO» DI PAOLO MENON IN MOSTRA AL COMPLESSO DEI DIOSCURI DEL QUIRINALE PER I 150 ANNI DELL'UNITA' D'ITALIA

In occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia, le città di Torino, Roma e Firenze, nonchè tutti gli Istituti Italiani di Cultura nel mondo sono stati protagonisti e testimoni della storia e della cultura del nostro Paese, presentando eventi, mostre, iniziative culturali con l'intento di raccontare l’epoca di trasformazione dell’Italia dal 1861 ad oggi. 

La mostra d'arte contemporanea «L'Unità dell'arte, l'arte dell'Unità: segni contemporanei del mutamento» è stata ospitata dal 2 al 12 settembre 2011 presso la Sala Mostre del Complesso dei Dioscuri del Quirinale-Roma, concessa agli Organizzatori dalla Direzione Generale per le Biblioteche, dagli Istituti Culturali e Diritto d’Autore del Ministero per i Beni e le Attività Culturali per «L’alto valore culturale dell’iniziativa e del progetto».

Il mensile «Italia Arte», l’Associazione Culturale Galleria Cassiopea di Roma e l’Associazione Culturale Galleria Folco di Torino, con il Patrocinio delle più importanti Istituzioni pubbliche e private italiane, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e di quello per i Beni Librari, Archivistici, degli Istituti Culturali e delle tre città coinvolte, ognuna capitale d’Italia per un certo periodo, hanno presentato un progetto culturale ed espositivo che ha visto la partecipazione di numerosi artisti contemporanei, tra i migliori esponenti del panorama italiano di oggi. Tra questi si segnala lo scultore Paolo Menon con il bronzo «Il danzatore enoico» su cui lo storico dell'arte Guido Folco scrive in catalogo: «Nella percezione della società di Paolo Menon, si ritrovano gli elementi essenziali della classicità, dall'armonia all'equilibrio, strutture mentali e artistiche che lo portano a creare dipinti, sculture, grafica di altissimo pregio, per gusto e mestiere: lavora legno, terracotta, esegue lavori in biscuit, bronzo, utilizzando materiali poveri, oppure preziosi per esaltare, nella sintesi di un'idea, il concetto ormai raro del bello unito al simbolo». 

Dal Catalogo: Complesso dei Dioscuri del Quirinale di Roma, Guido Folco, settembre 2011, Edizioni Italia Arte, e dal periodico Italia Arte n.7, luglio-agosto 2011).

 

Nella foto, Paolo Menon accanto al suo bronzo «Il danzatore enoico» selezionato dalla Galleria Folco di Torino per l'esposizione al Complesso dei Dioscuri del Quirinale.

 

 

 

Osservazioni
Aggiungi un commento
  •  
  •