Home > Arte > ARTE & VINO / DIONISO A GRADISCA D'ISONZO

ARTE & VINO / DIONISO A GRADISCA D'ISONZO

Le vie del vino friulane condurranno a Gradisca d´Isonzo per il tradizionale Gran Premio Noè, la prestigiosa rassegna nata nel lontano 1965 con l´intento di costituire una vetrina dei migliori vini e aziende vitivinicole regionali. Il programma è stato presentato dal sindaco di Gradisca Tommasini, dall'assessore Skocaj, da Bepi Pucciarelli di TurismoFvg e da Stefano Cosma, incaricato della direzione della manifestazione. (...)
Ma il programma del Premio Noè è ricco di appuntamenti legati anche all'arte e all'editoria: venerdì 16 maggio, alle 19, ci sarà l'inaugurazione della mostra "Dei Tirsi Divini in Friuli Venezia Giulia" di Paolo Menon, nella sala degli affreschi del Palazzo dei Provveditori Veneti, sede dell´Enoteca Regionale La Serenissima. Il grande artista e scrittore veneto, che sa unire arte ed enologia con charme ed eleganza, ha prodotto oltre 25 tra rilievi scultorei e sculture, retrotele e piatti che ripercorrono e rievocano il mito dionisiaco nel tempio del dio della vegetazione e del vino, bevanda considerata dagli antichi greci, eccitante e garante della sopravvivenza. Dioniso è, infatti, una divinità della mitologia greca che trova il suo corrispondente, nella nostra tradizione, in Bacco.
La mostra, dopo essere stata esposta per sei mesi nel 2006 a Villa dei Cedri, a Valdobbiadene (Treviso), replicherà con l’aggiunta di cinque nuove opere a Gradisca d´Isonzo (Gorizia) dal 16 maggio all´8 giugno 2008. L'Opera Romana Pellegrinaggi l'ha già prenotata per una prossima esposizione nella Capitale.

RASSEGNA STAMPA
Testo tratto dalla cartella stampa del "Gran Premio Noè 2008".

Nella foto, "Il crepuscolo delle Baccanti" di Paolo Menon