Home > Blog > A MENON IL PREMIO LETTERARIO «FRATE ILARO DEL CORVO» 2018 PER LA POESIA

A MENON IL PREMIO LETTERARIO «FRATE ILARO DEL CORVO» 2018 PER LA POESIA

A distanza di una settimana dal Premio letterairo Thesaurus, la raccolta di poesie «Pietre d’inciampo» vince parimenti l’undicesima edizione del Premio internazionale di Poesia per la Pace universale «Frate Ilàro del Corvo» per la sezione Silloge edita. 

Il Premio è stato conferito il 24 novembre 2018 a Paolo Menon dalla presidenza del Centro Lunigianese di Studi Danteschi, presso il Monastero di Santa Croce del Corvo di Bocca di Magra, Ameglia (Sp).

La motivazione del Premio redatta dalla Commissione d’esame di questa edizione è la seguente: «Per la rivisitazione della Via Crucis operata nella silloge "Pietre d’inciampo" dove sul dramma del Figlio di Dio riecheggia la formula del profeta Michea ('Rispondimi') a sottolineare i ripetuti, infiniti disastri compiuti dall’Uomo sull’Uomo».

Menon ringrazia pertanto e in special modo il presidente Mirco Manuguerra (intellettuale, filologo dantista), il direttore Hafez Haidar (docente, scrittore, candidato al Premio Nobel per la Letteratura 2018 e per la Pace 2017) e i componenti tutti della Giuria. E, non da ultimo, il poeta Carmelo Consoli — premio alla Carriera — che ha amabilmente rinnovato la propria stima (in precedenza al Premio Thesaurus) per i contenuti della seconda raccolta. 

Per saperne di più, ecco quanto si legge nel verbale della premiazione: «Il Premio, uno dei più importanti e riconosciuti nel mondo letterario, si identifica con l’ideale del Centro Lunigianese di Studi Danteschi, che ha per scopo la raccolta, lo studio e la divulgazione del sapere attinente alla vita e all’opera di Dante Alighieri in terra di Lunigiana, nonché la valorizzazione e il proseguo della tradizione locale degli studi generali danteschi. Il Centro ha sempre riconosciuto un valore particolare alla concezione dantesca della Filosofia di Pace Universale (Pax Dantis). Da quest’anno il Premio dà vita a una nuova avventura speculativa che si concluderà nel 2021, anno delle Celebrazioni del VII Centenario della morte di Dante Alighieri. Grazie anche ai lavori dei partecipanti, saranno infatti create quattro monografie sapienziali: Inferis (2018), Purgatorius (2019), Paradisus (2020) e Visio Dei (2021), tutte ispirate alle varie dimensioni della Divina Commedia. Tale produzione andrà a costituire una straordinaria Tetralogia Dantesca che è fin d’ora patrocinata dal Comitato Ufficiale per le Celebrazioni Lunigianesi “Lunigiana Dantesca 2021” e, con esso, dalla Società Dantesca Italiana».

Osservazioni
Aggiungi un commento
  •  
  •