Home > Profile > Scritti

QUELLE VITE DEVASTATE DALLO Ï¿ŒSBALLO, DUNQUE SONOÏ¿Œ

Il Dibattito sui Baccanali aboliti [1]e gli altri lavori che espongo nella Quadreria di Malgrate, traggono ispirazione daLe Dionisiache, poema in versi di Nonno di Panopoli – poeta epico egiziano di lingua greca, vissuto nel V sec. d.C. – nel quale «al crepuscolo...

GLI STILISTI DI BACCO

Vestire il vino è un’arte che richiede senso estetico, sensibilità artistica e conoscenza delle arti grafiche.

Attribuire al vino l’immagine che più lo rappresenta sul mercato è un diritto sia del viticoltore che ne ha tutto l’interesse per...


IL BELLO DI BACCO

Avrei voluto, da bambino, che mio padre m’insegnasse ad apprezzare la maestria, lo stile, il colore, la fantasia degli artisti cui s’ispirava quando schizzava figure mostruose con la matita ovale da ebanista su grosse tavole di legno. Avrei voluto avere le sue mani grandi per...


DEI TIRSI DIVINI

Assemblo spesso nei miei rilievi i tralci della vite alle terrecotte, i sugheri alle doghe vinarie. Ad eccezione del tirso che non riesco a coniugare ad altro se non all’ironia, come se il mitico bastone passasse dalle mani esagitate delle Menadi e dei Satiri che lo brandiscono durante i...

AUTOCTONI SI DIVENTA

Autoctoni si diventa, non si nasce. Non si nasce neppure pittori o scultori. Nemmeno la vite nasce autoctona, ma lo diventa allignando per secoli – almeno tre, dicono gli uomini di scienza – nell’humus di terre lontane, adattandosi al clima e al territorio, prosperando e donando...

LA BELLEZZA TRA LE DOGHE

La bottaia ribolle d’arte. Anche di vino – di ottimo vino naturalmente! –, ma il segno e il colore dell’arte predominano su tutto, persino sulle luci della cantina e sui profumi inebrianti dei nettari. Questa è l’impressione che si ha visitando una tra le...


UNA QUESTIONE DI ETICHETTA

Sempre più seduttori, i Cantori bacchici del Terzo millen nio ritraggono Dioniso su candida carta, con lapis di legno dal cuore in grafite. Oppure abbozzano il dio dell’oblio e del delirio mistico su luminosi schermi al plasma con mouse trasparenti di sofisticatissima tecnologia.
...

IL MONACO E L'ABITO DEL VINO

Si narra che la prima etichetta per classificare un vino sia stata disegnata agli inizi del 1700 da un monaco francese dell’abbazia di Hautvillers. E ancora che il padre dell’enologia fosse un abate che seppe trasporre l’umiltà, la pazienza e la curiosità alla...


MODA, DAVANTI E DIETRO LE QUINTE

A sei anni il nonno materno mi accompagnò per la prima volta nel suo laboratorio. Ero eccitato perché stavo per conoscere finalmente la «fabbrica delle bambole». E quando i miei occhi passarono in rassegna quelle decine e decine di gambe perfettamente miniaturizzate,...


CINTURATO DONNA

Centottanta appuntamenti mensili del più famoso calendario del mondo. Fotografie sinuose, ammiccanti, intriganti. Per soli vip. Oggi, a un quarto di secolo dalla sua prima edizione, il meglio del Calendario Pirelli si presenta, per la prima volta al grande pubblico, «vestito»...


NEL LONTANO YEMEN E' ARRIVATA LA MODA

Per la prima volta al mondo un settimanale femminile occidentale ha ambientato un grande servizio di moda nella millenaria terra che fu della regina di Saba. Della troupe di Amica solamente le due modelle, Marie Lindford e Matese, non sapevano che arrivando nello Yemen sarebbero state...


LULUA AL SABAH: LA SCEICCA DEI CAVALLI ARABI ASIL

Se il suo sguardo ti cattura e ti penetra nel cuore, se la sua bellezza ha superato la tua immaginazione e ti emozioni dopo avere carezzato il suo lungo collo e i suoi fianchi di seta, significa che per la prima volta nella vita hai incontrato un cavallo arabo. E’ una sensazione unica....

FRAMMENTI DI Ï¿ŒCIVILTA' ENOICA E PAESAGGISTICAÏ¿Œ: LA VENA AUREA

L’uomo d’oggi è affascinato, quasi stordito, dalla quantità di informazioni vinarie che quotidianamente riceve dai mezzi di comunicazione. E che legge con la fretta di apprendere, come se dovesse salire sul treno in corsa, rispetto all’endemica lentezza impiegata...

INTRODUZIONE AL CD-ROME "TURISTI" DEL FOTOGRAFO RENZO CHIESA

Conosco Renzo Chiesa da trent'anni e da almeno trenta ritengo che il suo modo di comunicare, scrivendo la vita con la luce, non solo sia ludico e ironico, ma sia soprattutto vocazionale.

Humor e trasgressione, mai decontestualizzati nel ritratto e nelle scene della quotidianità,...